HomeBitcoinBuco per l’irrigazione Bitcoin con sede a Berlino ora chiuso, Google Maps rivela

Buco per l’irrigazione Bitcoin con sede a Berlino ora chiuso, Google Maps rivela

Uno dei luoghi di pellegrinaggio di criptovaluta più famosi al mondo ha apparentemente chiuso le porte al pubblico per l’ultima volta, sulla base dei resoconti dei social media e di Google Maps.

Il Room 77, un bar altrimenti non descritto situato a Berlino, in Germania, ha raggiunto una vasta popolarità all’interno della comunità dei crittografi dopo essere stato riconosciuto nel 2011 come il primo bar al mondo ad accettare il bitcoin.

Di proprietà di Joerg Platzer, la stanza 77 aveva costruito nel corso degli anni un culto per essere un simbolo della controcultura della crittocultura, anche se senza pretese. In un post sul suo account Twitter, l’economista capo della Cypherpunk Holdings Jon Matonis ha dato la notizia. Una ricerca su Google sembra confermare che la barra si è effettivamente chiusa definitivamente.

„Birra calda, donne fredde e fast food servite lentamente“

Usando lo slogan di cui sopra e bollando il suo locale come „il ristorante alla fine del capitalismo“, Platzer ha trasformato un banale caffè berlinese in uno dei punti di riferimento più riconoscibili d’Europa. La Cyberian Mine, una società mineraria con sede a Berlino, ha descritto la stanza 77 del suo blog come un luogo con „un’atmosfera sobria ma inconfondibilmente cyberpunk“.

Come molti altri stabilimenti dello spazio cripto, la Miniera Ciberiana ha scelto la Stanza 77 come sede della sua celebrazione dopo il successo del round di finanziamento del 2018. A differenza di altri locali che hanno accettato il cripto, il bar, situato nel quartiere berlinese di Kreuzberg, offriva a detta di tutti un’esperienza visiva e culinaria decisamente poco spettacolare.

Ciò che gli mancava in termini di pizzazzamento, tuttavia, sembra aver compensato con il puro vantaggio di essere il primo arrivato. Diverse migliaia di membri della crypto community provenienti da tutto il mondo hanno deciso di fermarsi alla Room 77 in Europa, semplicemente per partecipare all’ormai famoso rituale di pagamento bitcoin inventato nel 2011.

La politica e la comunità della stanza 77

Oltre ad essere una semplice attrazione turistica criptica, la stanza 77 è servita anche come punto d’incontro per persone con credenze simili, come la crescita della criptosfera e la censura a rotazione. Nel 2014 il fondatore Platzer è diventato anche l’autore di „Bitcoin – kurz & gut“ (Bitcoin in poche parole), il primo libro sul bitcoin scritto in tedesco.

È stato anche il primo ad effettuare una transazione di Lightning Network che coinvolgeva un bene fisico quando è stato usato per comprare la birra al Room 77 nel 2017. Al momento della stampa, non era chiaro quali fossero i piani futuri di Platzer dopo la chiusura della stanza 77.